Portale Europeo dei Dati

Lista di controllo

Seguici  Twitter Facebook Google+ LinkedIn

Lista di controllo

Passi importanti da seguire prima di usare i dati.

Avere l’accesso ai dati è il primo passo. I dati non sono un fine in sé stessi. I dati possono essere utilizzati in vari modi e per diversi scopi. Inoltre, possono essere disponibili con licenze, formati e qualità diversi. 

Il vostro fine

Definire il vostro fine: Ci sono diversi fini per i quali l’uso dei dati aperti può aggiungere valore alle vostre attività. I dati aperti possono fornire informazioni su un argomento specifico sul quale volete maggiori informazioni o sul quale desiderate scrivere (per es. giornalismo dei dati). I dati aperti possono anche aggiungere informazioni necessarie a un'applicazione o servizio, come dettagli su istituti scolastici se state sviluppando un’applicazione per aiutare i genitori a trovare le scuole migliori per i loro figli. Le aziende possono usare i dati aperti per migliorare i profili dei loro clienti, per soddisfare al meglio le loro esigenze. Che siano usati a fini privati o commerciali, i dati aperti offrono un sacco di possibilità.

Identificare i dati: Se sapete per quale fine avete bisogno dei dati, è importante assicurarsi che i dati siano adatti alle vostre esigenze esaminando i metadati (dati sui dati). Per esempio, se volete creare un’applicazione che dia consigli sui migliori istituti d’istruzione primaria nel vicinato, dovete controllare se la collezione di dati che desiderate usare comprenda le scuole che impartiscono istruzione primaria, coprano l’area di interesse e se sono disponibili indicatori di performance.

 

Licenza aperta

Verificare il grado di apertura dei dati: Leggete le informazioni sulla licenza fornita per la specifica collezione di dati. Assicuratevi che esista una licenza che vi permette di usare i dati nel modo che desiderate (per es. il riutilizzo commerciale è permesso se sviluppate un’applicazione commerciale). 

Controllare le condizioni di attribuzione: È possibile che la licenza indichi che le persone che usano i dati debbano citare chi li ha pubblicati, il che significa che è necessario citare il proprietario quando si mette a disposizione il proprio prodotto o servizio. Questo si chiama attribuzione. 

Verificare le condizioni di condivisione simile: Se la licenza indica che le persone che mescolano i dati con altri dati devono pubblicare anche i risultati in forma di dati aperti, siete obbligati a pubblicare i vostri dati con una licenza simile dopo aver aggiunto altri dati alla fonte originale. Questo si chiama condivisione simile. Assicuratevi che la licenza sia in linea con lo scopo per il quale usate i dati.

In assenza di licenza, non ci sono informazioni sui termini e le condizioni applicabili! Potete contattare il proprietario dei dati e controllare quali sono gli utilizzi permessi.

 

Formato dei file

Dopo aver deciso che una collezione di dati specifica corrisponde esattamente a quello che cercate, probabilmente potrete scegliere di scaricare i dati in vari formati di file. A seconda delle vostre competenze informatiche, potete scegliere il tipo di file più adatto. Il formato di file più comune per i dati sotto forma di tabella è il “.cvs”. Questo formato vi permette di aggiungere al file altre informazioni o di fare calcoli con i dati. Le collezioni di dati che possono essere regolati sono pubblicate usando un formato di file aperto. La maggior parte dei dati sono disponibili in un formato di file aperto, ma tenete a mente che alcuni formati (per es. “.pdf”) non sono modificabili. 

 

Qualità dei dati

Sulla pagina sulla quale volete scaricare la collezione di dati, troverete informazioni sull’ultima data in cui il file è stato modificato. Se avete bisogno di dati relativi a uno specifico intervallo di tempo, dovete controllare che siano presenti le informazioni sul periodo di tempo in questioni o che i dati siano stati aggiornati di recente. Dovete controllare che le informazioni che vi aspettate di trovare nel file siano realmente incluse e che avete compreso il significato delle diverse etichette. 

 

Ecco una breve checklist sviluppata dall’Istituto dei dati aperti:

Formato

  • come sono stati elaborati i dati?
  • sono grezzi o sono stati elaborati?
  • in che modo questo formato influenzerà la vostra analisi/prodotto/applicazione?
  • quali trasformazioni sintattiche (lingua) e semantiche (significato) dovrete fare?
  • è compatibile con altre collezioni di dati in vostro possesso?

Qualità

  • quanto sono attuali i dati?
  • sono aggiornati regolarmente?
  • capite tutti i campi e il loro contesto?
  • per quanto tempo saranno pubblicati? qual è l’impegno dell’editore?
  • cosa sapete sull'accuratezza dei dati?
  • come vengono gestiti i dati mancanti?

Date un’occhiata al Portale europeo dei dati e scoprite come può soddisfare le vostre esigenze in materia di dati.

La tua opinione ci aiuterà a migliorare l’esperienza generale dell’utente. Suggerimenti
Versione 1.3 / Ultimo aggiornamento: 19/01/2017 Inizio pagina