Portale Europeo dei Dati

Vantaggi dell’uso di dati

Vantaggi dell’uso di dati

I dati aperti offrono diversi vantaggi, che vanno da una migliore efficienza delle pubbliche amministrazioni, alla crescita economica del settore privato, fino a un più diffuso benessere sociale.

Le prestazioni possono essere migliorate grazie ai dati aperti e contribuire al miglioramento dell’efficienza dei servizi pubblici. Una migliore efficienza dei processi e della fornitura dei servizi pubblici può essere ottenuta grazie alla condivisione dei dati tra un settore e l'altro, il che può permettere per esempio di avere una visione d’insieme delle spese non necessarie.

 

L’economia può trarre vantaggio da un più facile accesso a informazioni, contenuti e conoscenze, che a loro volta contribuiscono allo sviluppo di servizi innovativi e alla creazione di nuovi modelli di business.

 

È possibile migliorare il benessere sociale perché la società ha a disposizione informazioni più trasparenti e accessibili. I dati aperti migliorano la collaborazione, la partecipazione e l’innovazione sociale.

 

L’economia può trarre vantaggio da un più facile accesso a informazioni, contenuti e conoscenze, che a loro volta contribuiscono allo sviluppo di servizi innovativi e alla creazione di nuovi modelli di business.

Per il 2016, si prevede un mercato diretto di dati aperti del valore di 55,3 miliardi di euro per l’UE 28+. Tra il 2016 e il 2020, le dimensioni del mercato aumenteranno del 36,9 %, raggiungendo un valore di 75,7 miliardi di euro nel 2020, comprese le correzioni per inflazione. Per il periodo 2016-2020, le dimensioni cumulative del mercato diretto sono stimate in 325 miliardi di euro.

 

 

 

Nuovi posti di lavoro sono creati mediante la stimolazione dell’economia e mediante una domanda più alta di personale con le competenze necessarie per lavorare con i dati. Nel 2016, ci saranno 75 000 posti di lavoro nel settore dei dati aperti nell’ambito del settore privato dell’UE 28+. Entro il 2020, questa cifra aumenterà fino a raggiungere quasi 100 000 posti di lavoro. Creando quasi 25 000 nuovi posti di lavoro nel settore dei dati aperti entro il 2020.

 

Le prestazioni del settore privato possono essere migliorate grazie ai dati aperti. È possibile raggiungere una maggiore efficienza dei processi e della fornitura di servizi pubblici grazie alla condivisione intersettoriale dei dati, che permette un accesso più veloce alle informazioni. Il totale dei costi risparmiati per l’UE28+ nel 2020 è calcolato in 1,7 miliardi di euro.  

 

I dati aperti permettono di migliorare l’efficienza poiché si usano dati in tempo reale e questo permette di accedere facilmente a informazioni capaci di migliorare il processo decisionale individuale. Sono stati esaminati più dettagliatamente tre casi di studio: come i dati aperti possono salvare vite, come si possono usare per risparmiare tempo e come i dati aperti aiutano a ottenere benefici per l’ambiente. Per esempio, i dati aperti potrebbero salvare 7 000 vite l’anno, grazie a una rianimazione effettuata tempestivamente. Inoltre, l’applicazione dei dati aperti al traffico può fare risparmiare 629 milioni di ore di tempi di attesa non necessari sulle strade dell’UE. 


 

Una sintesi dei risultati dello studio economico sui vantaggi dei dati aperti è disponibile qui: